KIRGHIZISTAN: Regione d’Och: il potere cambia, la censura riprende

Il 15 aprile il Consiglio di coordinamento provvisorio della regione d’Och, a sud del paese, ha deciso di instaurare un nuovo sistema di censura. Mentre l’opposizione rimproverava al presidente Bakiev e alla sua amministrazione di non rispettare le libertà fondamentali, il nuovo governo kirghizio sembra aver intrapreso la stessa strada. Reporters sans frontières denuncia questa deriva e fa appello ancora una volta al governo di Rosa Otunbaieva, presidente ad interim, a rispettare le proprie dichiarazioni in favore dello stato di diritto.

Le autorità impediscono a giornali e televisioni di pubblicare informazioni senza autorizzazione preventiva. Le azioni politiche, le manifestazioni popolari o altre riunioni, così come i punti di vista dei cittadini diventano argomenti tabù agli occhi del Consiglio di coordinamento. E’ stato inoltre stabilito che in caso d’infrazione di questa decisione, i responsabili dei media coinvolti saranno puniti in base alle leggi del governo provvisorio.

About these ads
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.257 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: